• Modello Unico di Denuncia Ambientate (MUD)

Con Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD) si identifica tutto un insieme di dichiarazioni, presentata annualmente da soggetti quali discariche, trasportatori e produttori di rifiuti, alla Camera di Commercio di pertinenza. Usualmente la scadenza per la presentazione è fissata entro il 22 giugno.

In tale dichiarazione i rifiuti vengono raggruppati per tipologia (tramite dei codici numerici chiamati CER), per produttore e provenienza.

La dichiarazione è il bilancio annuale dei registri di carico e scarico dei rifiuti.

Dal 2006, con l’entrata in vigore del D.Lgs 152/2006, per i soli produttori di rifiuti speciali non pericolosi la presentazione del MUD non è più obbligatoria.

Con l’entrata in vigore del D.Lgs. 16/01/2008 n.4 che ha modificato il nuovo codice ambientale (Lgs 152/2006), viene reintrodotto l’obbligo di presentazione del MUD per imprese che producono rifiuti speciali non pericolosi, ma solo per le aziende con un numero di dipendenti superiori a 10.

  • Formulario di identificazione rifiuti (FIR)

Il formulario di identificazione dei rifiuti (cosiddetto FIR) è un documento di accompagnamento del trasporto dei rifiuti, effettuato da un trasportatore autorizzato, che contiene tutte le informazioni relative alla tipologia del rifiuto, al produttore, al trasportatore ed al destinatario.

Il FIR è uno dei tre strumenti, insieme al MUD, Modello Unico di Dichiarazione Ambientale, e al registro di carico e scarico dei rifiuti – previsti dal D.Lgs n.22/1997, cosiddetto Decreto Ronchi, e successivamente dal D.Lgs n.152/2006 – al fine di controllare e, per certi versi contabilizzare, il flusso della produzione dei rifiuti speciali.

Normativa di riferimento: Legge 152/2006